10 Qualità da sviluppare per farti sentire senza urlare
  • In un'occasione in cui lavoravo come insegnante d'asilo, all'inizio mi urlavano molto e quasi non capivo cosa dicevano. Poi ho iniziato a parlare tranquillamente fino a quando le grida dei piccoli sono diminuite e col tempo è stato incredibile sentire le loro dolci voci parlare con me in un tono normale, senza grida e senza grida.

  • Mi sono reso conto che avere una conversazione tranquilla ha reso i bambini più sicuri di sé e più indipendenti. Sono stato in grado di applicare la stessa tecnica in seguito agli studenti adolescenti e, con mia sorpresa, abbiamo costruito una relazione di rispetto, comprensione e, alla fine di ogni anno, ho ricevuto messaggi e doni che dicevano quanto potevo aiutare perché mi consideravano un angelo o una madre le loro vite. A proposito, mi hanno sempre chiamato un angelo o una madre e questo mi ha fatto piangere e mi ha dato la forza di andare avanti con le lezioni successive.

  • Questo resoconto di una famiglia illustra bene ciò che scrivo.

  • Il tono della voce assume un ruolo di primo piano nella conversazione sana. Se gridiamo a noi non ci si aspetta, perché è semplicemente impossibile capire un suono arrabbiato. Chi urla ha perso la pazienza e la nozione di comprensione e dialogo.

  • Alcuni suggerimenti per imparare a parlare senza urlare:

  • Sapere come ascoltare

  • Un dialogo riguarda una conversazione di due persone. Un monologo è solo una persona che parla. Quindi, per prima cosa, impara ad ascoltare, aspettando il tuo turno per parlare.

  • Tono di voce

  • Con un tono di voce calmo, posso mantenere un dialogo e farmi sentire e capire. Dimostra il tuo equilibrio come persona nel tuo tono di voce.

  • autocontrollo

  • Se siamo irritati, è meglio che ci calmiamo e poi, quando riprendiamo il controllo di noi stessi, possiamo parlare e saremo anche pronti ad ascoltare. Gridando, nessuna delle parti può capire. È necessario essere calmi e sereni per avere un buon dialogo.

  • Rispetto

  • Dobbiamo fare spazio alle persone per pensare e agire per se stessi, essendo indipendenti nelle loro scelte.

  • Integrità

  • Essere sicuri di agire nel modo giusto e che questo ci porterà a sentire una fiducia interiore risulterà nel sapere come fidarsi degli altri e non essere offeso.

  • Tolleranza

  • Essere consapevoli del fatto che tutti noi abbiamo responsabilità e diritti e dobbiamo essere consapevoli delle nostre azioni. Le persone pensano e si sentono diverse l'una dall'altra. Anche noi non siamo perfetti, quindi non possiamo pretendere la perfezione dagli altri. Possiamo dimostrare la nostra tolleranza anche attraverso il modo di parlare.

  • Altruismo

  • La pazienza di essere altruista deve essere esercitata quotidianamente. La meditazione aiuta molto ad ottenere questa qualità. Quando siamo egoisti e egocentrici, è molto difficile essere pazienti perché vogliamo che tutti ci ascoltino e ci servano, e non prendiamo in considerazione i sentimenti di altri che non siano i nostri. Ma quando serviamo senza aspettarci nulla in cambio e sappiamo come rispettare lo spazio dell'altro, impariamo divinamente come essere più pazienti.

  • Perseveranza

  • Non scoraggiarti nel modellare il tuo modo di essere e di parlare, la tua comunicazione è il risultato della tua educazione. Se inizi a mettere in pratica questi suggerimenti e ad abbandonare e urlare in una o in un'altra situazione, non arrenderti o rinunciare a te stesso. Questo potrebbe non essere stato appreso durante l'infanzia, è qualcosa che richiede più impegno e in età adulta è possibile conquistare fino a quando non si raggiunge.

  • Amore

  • Quando le persone si sentono amate, trasformano le loro vite. Non posso provare amore se sento urla, quindi come posso voler mostrare amore se le grida dicono il contrario?

  • Preghiera

  • La preghiera è uno strumento importante per acquisire le qualità menzionate. Quando siamo umiliati per chiedere al Padre celeste di aiutarci, avremo ciò di cui abbiamo bisogno e realizzeremo un miracolo nelle nostre vite.

  • Chi urla non ascolta e non si fa sentire.