Bambini
  • Qual è la malattia?

  • Il nome ufficiale della malattia è

  • ememania e la persona che ne è affetta ha un desiderio incontrollabile di fare acquisti. Pertanto, semplicemente non può smettere di comprare, e non analizza se le condizioni finanziarie sono favorevoli al consumo o se c'è addirittura bisogno di acquisto. Quindi, in quasi il 100% dei casi, il consumatore compulsivo è in debito perché non controlla il denaro e spende molto più di quello che ha. Questo è un grande cattivo per il matrimonio. La malattia può essere associata a problemi emotivi e lo shopping può essere un tentativo di alleviare questi sentimenti e soddisfare bisogni affettivi.Casi della malattia

  • Molte persone giudicano queste persone in modo parziale perché non capiscono di cosa si tratta. Ma solo coloro che l'hanno attraversato comprendono quanto sia difficile non cedere all'impulso di comprare. Shayanne Iglesias era un consumatore compulsivo e per fortuna le semplici attitudini l'hanno aiutata a cambiare. "Se il denaro fosse nella mia mano, lo comprerei. Potevano offrirmi un proiettile da $ 10, ma non potevo negarlo. Quando l'ho visto, spendevo tutto il mio stipendio e metà dello stipendio di mio marito con cose inutili. Così gli ho lasciato prendere la gestione finanziaria della casa da solo ", dice.

  • Il caso di Shayanne era semplice, perché si rendeva conto della mancanza di controllo, tuttavia, non è sempre così. Ci sono casi di consumismo compulsivo così gravi che si verificano gravi crisi familiari e chi è vicino a loro deve agire in modo più drastico.

  • Cosa dovrebbe fare il coniuge?

  • Il primo atteggiamento da adottare da parte del coniuge è quello di avere una conversazione tranquilla, tuttavia, seria per avvertire il coniuge del consumatore che l'esagerazione degli acquisti è un problema per le finanze della casa, e che potrebbe diventare una malattia. Questo chiarimento è importante in quanto molti consumatori compulsivi non si rendono conto che stanno esagerando nello shopping. Se il consumatore non lo accetta, è importante che il coniuge dimostri in pratica quanto sia serio il problema, indicando quanto in un mese è stato speso per gli acquisti, e altre conseguenze più gravi, come l'indebitamento, il limite eccessivo della carta di credito, il nome commerciale sporco ecc. Dopo questo chiarimento, è essenziale incoraggiare il consumatore a cercare un aiuto psicologico in modo che, oltre a ricevere un trattamento, possano scoprire qual è la ragione del consumo compulsivo.

  • La rivista Veja ha intervistato un esperto in materia. Dai un'occhiata qui.

  • Altre fonti: Business Agenda 21 e Veja Mulher.