Il fallimento può accadere, non arrendersi mai
  • All'inizio dell'anno, viene eseguito il bilancio degli atteggiamenti nel corso dei dodici mesi che sono passati nell'anno precedente. Non sempre la lista delle vittorie è grande o non sempre le realizzazioni avverranno. Ma il fallimento in certi momenti è più importante di una raccolta di vittorie incolte. Devi riflettere sulle idee sbagliate che hai fatto e aggiungere nuovi atteggiamenti che possono sfruttare la tua vita.

  • 1. Il fallimento non è decisivo

  • Quando una persona non raggiunge il risultato previsto, può segnare un periodo di vita, ma non lo determina come fallimento. La storia non finisce al punto che non ha funzionato, il punto è solo un trampolino di lancio. Guarda la storia di Magic Johnson, che scoprì negli anni '90 che era un portatore del virus dell'HIV. Era al culmine della sua carriera nel basket americano, avrebbe potuto nasconderlo e lasciare i tribunali. Per, immagina, per più di venti anni, la diagnosi di questa malattia è stata una sentenza di morte, vergogna e pregiudizio. Gli studi sulla salute erano ancora in corso e i media non davano speranza al virus. Nel mezzo di questo scenario, Magic Johnson appare nella stampa e dichiara di essere il portatore del virus più temuto del tempo, contrariamente alle aspettative, pochi mesi dopo, ha usato il fatto come un esempio per prevenire la malattia e ha continuato a brillare nello sport.

  • 2. Il fallimento non è una caduta

  • Gli esempi biblici sono validi per nutrire la fede e rinnovare la speranza. La storia del figliol prodigo evidenzia un fallimento che è stato superato dall'affermazione di un errore e dal successivo pentimento. La storia descritta nel Vangelo di Luca, capitolo 15, di un giovane che chiede l'eredità anticipata per il padre, gode di ogni cosa follemente e cade in una vita di miseria. Nella solitudine, nella convivialità con i maiali, in procinto di mangiare i lavaggi, il figliol prodigo si pente e torna a casa di suo padre. "Mi alzerò e andrò da mio padre, e gli dirò: Padre, ho peccato contro il cielo e davanti a te". (Luca 15:18).

  • Fare errori porta ad un nuovo inizio. Il fallimento è solo un ostacolo, non una caduta.

  • 3. Il fallimento porta la possibilità di ricominciare

  • A volte vogliamo risolvere cose senza obiettivi o pianificazione, abbiamo semplicemente investito le forze senza tentare, ma può essere troppo rischioso. Il leader biblico Giosuè fu sconfitto nella sua prima battaglia, riportata nel libro di Giosuè, capitolo 7. Non partecipò alla battaglia, mandò i soldati nella terra di Ai senza conoscere il territorio che stava davanti.

  • Tuttavia, Joshua ha usato il fallimento per imparare. Dopo tanto lutto, non stava solo mormorando. Bene, le persone tendono a fallire e si prostrano allo scoraggiamento senza vedere che l'errore può portare al successo una lista di attività assertive. Dopo l'analisi e la riorganizzazione delle strategie, la vittoria del popolo israeliano fu guidata da Giosuè e perpetuata nella storia. "Così Giosuè ha bruciato Ai e ne ha fatto un tumulo perpetuo di rovine, un luogo abbandonato fino ai nostri giorni". (Giosuè 8:28)

  • 4. Il fallimento è il precursore di una vita di successo

  • Tutte le scoperte scientifiche arrivarono dopo i grandi fallimenti. La fantastica storia dello scienziato Thomas Edison presenta una traiettoria di incertezze e discredito. Etichettato nella scuola convenzionale come incapace di apprendere, fu istruito da sua madre a casa. Il tentativo fallito non lo scoraggiò mai. Ha provato più di una volta i suoi esperimenti, la lampada è stata testata milioni di volte fino a ottenere l'oggetto che abbiamo oggi che ha cambiato la storia dell'umanità.

  • All'inizio di quest'anno, fai qualcosa di diverso, valuta i fallimenti come produttivi, un trampolino di lancio, una porta per imparare, non scoraggiarti mai. Perché la vera perdita non sta sfruttando le opportunità offerte dalla vita.